Home / Senza categoria / Non eravate abituati vero Questore Malan?

Non eravate abituati vero Questore Malan?

Questo signore, Questore del Senato ed ex-campione del pentathlon condotto da Mike Buongiorno nonchè lacchè professionista del Mariuolo Brianzolo, ha osato definire la Cittadina Paola Taverna una nazista perché nel suo ultimo intervento al Senato (interventi che fanno godere infinitamente tutti i Cittadini liberi e onesti del nostro Paese) ha chiesto legalità, rispetto delle leggi e dignità per il popolo italiano. La Taverna ha letteralmente asfaltato un residuato del ciarpame senza pudore di matrice berlusconiana (cit. Veronica Lario) come la Senatrice Mussolini. Voi mi direte «le piace vincere facile», ok vi do ragione ma era tutta la vita che sognavo una Dipendete del Popolo italiano che parla come la Taverna, si comporta come Paola, e dice le cose come stanno in faccia a coloro i quali hanno rovinato il Paese. Per questo Malan la chiama nazista. Ricordo che il Voto Palese, un successo del M5S, è un segno di civiltà in un Paese dove la corruzione ci costa 60 miliardi di euro all’anno (fonte Corte dei Conti), in cui un Ministro della Giustizia dice che non è giusta una sentenza della magistratura e si mette “a disposizione” di una famiglia dedita alla delinquenza finanziaria, in cui un Governo inciucia e condona 98 miliardi di euro alle concessionarie delle Slot Machine mentre la disoccupazione cresce, le fabbriche chiudono e imprenditori e operai si suicidano. Sapere come votano i senatori in un Paese dove i parlamentari del PD hanno impallinato Prodi, uno dei massimi esponenti del PD, è un diritto! Non eravate abituati a sedere accanto a cittadini che lottano per i nostri diritti vero Questore? Non eravate abituati a qualcuno che non abbassa il capo vero Onorevoli? Trovatevi un lavoro!

P.S. I MIEI APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA: questo we continuerò i miei giretti per l’Italia. Partecipate a questi incontri, sono occasioni meravigliose per creare consapevolezza. Portate amici, parenti, portate soprattutto gli scettici, chi pensa che i politici siano tutti uguali. Portate chi ha voglia di cambiare, di impegnarsi, di non delegare più a nessuno. La libertà e’ partecipazione.

– Sabato pomeriggio alle 17:00 sarò a Fano (Piazza XX Settembre – centro storico)

– Domenica mattina alle 10:00 a Pesaro (Serra degli Agrumi – Parco Mirafiore)

– Domenica pomeriggio alle 17:00 a Forlimpopoli (Piazza Garibaldi)