Home / Senza categoria / LA MEMORIA NON VA PRESCRITTA

LA MEMORIA NON VA PRESCRITTA

Ormai parlo poco di Berlusconi (anche perché lo ritengo meno pericoloso di Renzi) ma oggi, dopo la prescrizione nel processo ETERNIT, non posso evitare di farlo.

Berlusconi è un recordman di prescrizioni, è stato prescritto (prescritto, non assolto) in questi processi:

1.“Lodo Mondadori”: Berlusconi venne accusato di aver corrotto dei giudici per ottenere una sentenza a lui favorevole.
2.“All Iberian”: Berlusconi venne accusato di aver versato illecitamente al PSI di Craxi 22 miliardi di vecchie lire in cambio di favori politici.
3.“Consolidato Fininvest”: Berlusconi venne accusato di aver utilizzato svariate società estere per far sparire dai bilanci Fininvest 1550 miliardi di lire.
4.“Bilanci Fininvest”: Berlusconi venne accusato di essersi intascato miliardi grazie a fondi neri e falsi in bilancio.
5.“Processo Lentini”: Vi ricordate il calciatore Gianluigi Lentini? Ebbene Berlusconi venne accusato di aver acquistato dal Torino il giocatore in parte in nero.
6.“Corruzione avvocato Mills”: Berlusconi venne accusato di aver pagato Mills per ottenere da lui delle false testimonianze per due processi (“All Iberian” e “tangenti alla Guardia di Finanza”)
7.“UNIPOL”: Berlusconi venne accusato di aver diffuso intercettazioni protette dal segreto d’ufficio riguardanti la scalata alla Banca Nazionale del Lavoro tentata da UNIPOL nel 2005

Tutto questo è LEGATISSIMO alla prescrizione del processo ETERNIT. E’ legata a quei morti, ai familiari che vogliono giustizia. E appaiono ancor più indecenti le dichiarazioni di Salvini e Renzi. Il primo, leader del partito che con il “gangster di Arcore” – interessato esclusivamente a salvarsi dai suoi processi – ci ha governato oltre 10 anni e che ha votato la EX-Cirielli, una legge che riduce i termini di prescrizione. Il secondo con il “gangster di Arcore” cambia la Costituzione dandogli in cambio il controllo della giustizia e favori per Mediaset.

Chi non ha memoria è suddito. Chi non è informato è succube dei potenti. Chi continua a votare questa gente è complice!