Home / SOLUZIONI M5S / SOLUZIONI M5S: Abolizione dell’IRAP per le Micro-Imprese

SOLUZIONI M5S: Abolizione dell’IRAP per le Micro-Imprese

Oggi vi parlo di una pdl (proposta di legge) presentata il 28 giugno 2013 a prima firma Fantinati Mattia, un ottimo deputato di Verona che lavora in commissione attività produttive. Queste leggi sono pronte, depositate, non sono slogan elettorali o promesse da marinai, sono atti parlamentari reali che, se ci fosse volontà politica (se il M5S fosse al governo) verrebbero approvate in poche settimane.
Questa proposta di legge riguarda l’abolizione dell’IRAP per le micro-imprese. L’IRAP (imposta regionale sulle attività produttive) è una tassa introdotta da Prodi e Visco nel 2008 ed è una tassa odiosa, perché punisce soprattutto quegli imprenditori che vogliono investire per far crescere la propria azienda (le assunzioni sono uno degli investimenti che fa un imprenditore). L’IRAP è infatti l’unica imposta che colpisce il fatturato e non l’utile di una impresa, una follia assoluta! 
Le micro-imprese (fino a 10 addetti) rappresentano il 94% delle imprese attive e sono un patrimonio per l’Italia. Anche in periodo di crisi hanno resistito, hanno salvato l’occupazione e hanno garantito gettito fiscale allo Stato. Il M5S sostiene la piccola impresa e lo fa con azioni reali. Questa legge è nata ascoltando le esigenze dei piccoli imprenditori: coloro che hanno le idee più chiare. 
Ma quanto costa togliere l’IRAP? Niente, la proposta è a costo zero! Il minor gettito viene coperto con una soppressione di circa il 10% dei trasferimenti pubblici alle imprese. Non ha senso finanziare attività che non sono d’impresa, occorre puntare sulle aziende produttive. Quindi, e su questo sono d’accordo tutti, Confindustria e piccole imprese, basta finanziamenti a pioggia che non danno risultati ma meglio alleggerire il carico fiscale cominciando dalle micro-imprese. 
Questa è una legge semplice, le idee ci sono ma la partitocrazia, per garantire gli interessi dei grandissimi gruppi industriali che pagano le loro campagne elettorali (un esempio, Riva dell’ILVA ha finanziato Bersani con 98.000 euro) ostacolano queste proposte. 
Diffondete, soprattutto tra chi pensa che il M5S sia solo protesta. Un cittadino informato è un cittadino sovrano.