Home / Senza categoria / Io sogno un Paese dove il Popolo comanda e il Governo obbedisce
Artwork by Matteo Brandi
Artwork by Matteo Brandi

Io sogno un Paese dove il Popolo comanda e il Governo obbedisce

Vi prendono per in giro! Punto. Non ci sono altre parole.

Hanno un sistema mediatico connivente che “retwitta” costantemente le balle assolute che i Partiti sparano da 20 anni. Io sono stanco, inizio ad essere stanco. Non ci sto a farmi prendere per in giro. Da settembre occorre cambiare marcia (nonostante siamo andati molto bene questi ultimi 2 mesi).

Ci vuole disobbedienza civile, ci vuole fantasia nelle azioni, ci vogliono gesti eclatanti, non violenti ma eclatanti.

Il Paese ha fame, non piu’ soltanto di legalita’, di partecipazione, di giustizia, oggi ha fame e basta! Ognuno di noi si deve svegliare, il tempo della delega del “vediamo che fanno in Parlamento” e’ finito, e non e’ finito solo per Partiti, e’ finito anche per noi del 5 stelle. Non dovete delegare nemmeno a noi, l’essere umano non e’ perfetto, tende sempre a “contaminarsi”. Io sogno un Paese dove il Popolo comanda e il Governo obbedisce!

Partecipiamo, svegliamoci. Non c’e’ altra strada, non c’e’ TV che tenga (e’ in mano loro), non c’e’ emendamento perfetto da presentare (li bocciano tutti), non c’e’ la speranza che i Partiti si rinnovino (e’ come aspettare Godot). Qua’ o ci prendiamo il Paese o il Paese muore! Troppa gente non si interessa di politica, lo so, ognuno ha 1000 problemi, non ha tempo. Siamo stanchi, alienati. L’alienazione e’ talmente collettiva che prosciuga la speranza. Ma io non voglio lasciarglielo il mio Paese a certi “banditi”. Fosse l’ultima cosa che faccio! Ma i cittadini devono interessarsi alla politica altrimenti la politica si interessa a loro e, se lo fa, lo fa per prosciugarli.

Io non mi sento un Onorevole ma ho paura che un giorno potrei sentirmi cosi’. Ho paura di abituarmi all’odore di Montecitorio, al sapore della “fama”, dei follower che fanno i complimenti, del fatto che mi chiamano Presidente se presiedo la commissione. Io ho paura e ve lo dico. Bisogna alzare il controllo popolare ragazzi, sempre. Dovete “rompere i coglioni” ai vostri deputati, e se sono del 5 stelle glieli dovete rompere ancora di piu’. Oggi la maggioranza bulgara del Governo del nulla assoluto ha rinviato la votazione sul finanziamento ai partiti. Vogliono andare in vacanza, vogliono ricompattarsi e non vogliono andare contro il PDL (non sia maiiiiiii). Prima ci predono per in giro dicendo che hanno risolto tutto e poi rinviano! Basta, basta, basta. Ora c’e’ la sosta (e ci serve anche per ricaricarci, io non vi nego che non sono mai stato cosi’ stanco in vita mia) ma a settembre, tra 3 settimane dobbiamo cambiare passo. Tutti, anche quelli che non hanno votato 5 stelle.

Qua’ o si fa l’Italia o si muore. La situazione economica e’ gravissima. Molto di piu’ di quanto possiate immaginare. Riprendiamoci il Paese incominciando con il controllare e il pungolare i Deputati del 5 stelle. Perche’ nonostante siamo anni luce avanti rispetto al resto del Parlamento possiamo e dobbiamo dare di piu’.

A riveder le stelle, ma se ci sforziamo le rivedremo prima che sia troppo tardi!