Home / ATTIVITA' PARLAMENTARE / Bocciata l’abolizione delle province

Bocciata l’abolizione delle province

Il Partito Unico ha inserito nel decreto sul femminicidio (già questo è vergognoso) una norma salva-province. I deputati del PD, con argomentazioni stravaganti, ci hanno comunicato che loro sono assolutamente contrari alle province, d’altro canto hanno preso voti anche promettendo la loro abolizione per dare ossigeno alle casse dello Stato (gli “onorevoli” esponenti del partito del Condannato hanno almeno avuto la dignità di restare in silenzio).

Bene, in aula (vedete video) gli abbiamo chiesto, utilizzando espressioni istituzionalmente decorose, di uscire con chiarezza allo scoperto! Di dichiarare, in modo trasparente e comprensibile a tutti, che il PD è per l’abolizione delle province (costano a noi cittadini decine di miliardi di euro, soldi che dobbiamo ORA investire nelle piccole e medie imprese e nel reddito di cittadinanza) e che NON si presenteranno mai ad elezioni provinciali. Il M5S pensa che la COERENZA sia un valore. Noi non dobbiamo piazzare su una poltrona un “compagno” (ieri dal pugno chiuso oggi di merende), non dobbiamo far accomodare qualche “leone da sezione”, non abbiamo mai accettato “proposte che non si possono rifiutare”, per questo non ci siamo mai presentati ad elezioni provinciali e mai lo faremo. Si chiama coerenza, se pensiamo che siano inutili e che vadano abolite NON ci presentiamo.

Non vi sembra logico? Il M5S fa politica senza soldi, con il volontariato, grazie al sudore di migliaia (ogni giorno sono di più) di attivisti che si spendono sul territorio italiano dando un esempio di eroismo e amore civico. Alla nostra richiesta il delegato d’aula PD Rosato ha risposto con un imbarazzante silenzio. Anche l’arma del sempreverde supercazzolismo appare quanto mai spuntata. Questo grazie a noi e alla rete.

Meditate elettori PD, fate ai vostri dipendenti in Parlamento una domanda semplice semplice: “Ci presentiamo alle prossime, eventuali, elezioni provinciali sì o no?”. Poi scriveteci la risposta, magari, almeno con voi ci parlano.

Scongelateli!